Antipasti

Silvia Cella

Silvia Cella

Sono moglie, mamma e cuoca. Vivo in Penisola sorrentina dove “Siente, sie' sti sciure arance, nu profumo accussi fino, dinto 'o core se ne va... e dove il mare luccica. Ho la passione per la buona cucina da sempre e sin da ragazzina, ho fatto svariate esperienze in tutti i settori della ristorazione. Negli ultimi anni ho collaborato alla realizzazione di una trasmissione televisiva (Conserve di casa) sul canale Alice, sono stata docente presso l’ Università della cucina mediterranea, aiuto chef presso il “Femmena” ristorante della solare Imma Gargiulo finalista del primo Masterchef italia e docente di cucina per corsi amatoriali per italiani e stranieri in varie strutture sorrentine. Nei miei piatti mi ispiro alla tradizione della mia terra, ai suoi sapori e profumi. La cucina è il mio ambiente, il posto in cui mi sento a mio agio. Provengo da una famiglia di grandi chef e alchimisti tra cui anche uno dello scrittore Francis Marion Crawford.

Domenica, 02 Dicembre 2018 09:14

Risotto zucca e provola

Ingredienti per 4 persone:

- Riso carnaroli 320 gr.
- Zucca 600 gr.
- Cipolle 100 gr.
- Brodo vegetale 1,5 lt
- Parmigiano reggiano 80 gr.
- Vino bianco 60 gr.
- Burro 50 gr.
- 200 gr. provola affumicata semi-stagionata
- Sale q.b.
- Olio di oliva extravergine 20 gr.

 
Procedimento:

Il primo passo da fare è preparare un buon brodo vegetale leggero e dopo circa un’oretta filtrare e tenere in caldo.
Pulire la zucca e tagliarla in pezzi piccoli e grossolani. Tritare finemente la cipolla metterla in un tegame largo in cui avrete fatto scaldare l’olio . Lasciate soffriggere la cipolla a fuoco dolcissimo fino a quando non risulterà dorata, aggiungere la zucca, il sale e stufare fino a quando risulterà ben tenera e cremosa.
Appena pronta aggiungere due mestoli di brodo e con un frullatore ad immersione frullare il tutto.
Con l’aiuto di un setaccio passare la zucca e trasformarla in purea. A parte, in un altro tegame tostare il riso senza condimento per un paio di minuti a fuoco alto, fino a rendetelo opalescente, girandolo spesso.
Sfumare quindi con il vino bianco e mescolare immediatamente per non farlo attaccare. Appena il vino sarà completamente evaporato versate il riso nel tegame con la zucca e mescolate il tutto.
Appena il risotto comincia ad asciugarsi, aggiungete un mestolo di brodo ben caldo , e proseguite via via aggiungendo il successivo solo quando il precedente sarà stato assorbito, fino al raggiungimento del giusto grado di cottura. Verso fine cottura regolate di sale. Infine, a fuoco spento, mantecare con la provola tagliata precedentemente a dadini piccoli.
Se preferite il risotto più cremoso aggiungere un piccolo mestolo di brodo. Impiattare il risotto e decorare con qualche pezzettino di provola.

N.B.
Il brodo deve essere sempre caldo per evitare di abbassare la temperatura del risotto e quindi scuocerlo.

Venerdì, 12 Ottobre 2018 11:56

Sacchetti ripieni di ricotta e spinaci

Ecco la ricetta di questi deliziosi sacchetti (crepes) in questo caso farciti di ricotta e spinaci. Questi sacchetti possono essere farciti con quello che si vuole, con zucchine, prosciutto, funghi, radicchio, formaggi, carne, insomma tutto quello che preferite. Buon appetito!

Ingredienti per la besciamella per 4 persone:
- litro di Latte
- 100 gr. Burro
- 100 gr.
- Farina
- 1 pizzico di sale
- Noce moscata q.b.

Ingredienti per 15 crepes salate del diametro di 20 cm:
- 3 Uova
- 250 gr. Farina
- ½ Latte
- 40 gr. Burro
- Sale q.b.

Per la Farcia:
- 300 gr. ricotta
- 400 gr. di spinaci
- 150 gr. parmigiano reggiano
- Sale q.b.
- Pepe q.b.

Extra
- 50 gr. burro per spennellare
- Erba cipollina q.b.

Procedimento:  
Dopo aver sbianchito gli spinaci, metteteli a raffreddare e nel frattempo preparate le crepes.
In una terrina mettere la farina, il latte, le uova, il burro ammorbidito e il sale. Con l’aiuto di una frusta a mano amalgamare il composto che deve risultare denso ma non colloso. Preriscaldare una padella antiaderente e con una noce di burro ungerla leggermente.
Con l’aiuto di un mestolo medio versare l’impasto e formare le crepes, avendo cura di ruotare la padella affinché tutta la pastella venga ben distribuita.
In una ciotola mettere la ricotta, le uova, il parmigiano, sale, pepe e gli spinaci tritati a coltello finemente. Amalgamare il tutto e disporlo al centro della crepes, chiuderla a sacchetto con l’aiuto di erba cipollina, leggermente sbollentata.
Adagiare i sacchetti in una teglia su di un foglio di carta forno, spennellare con abbondante burro precedentemente ammorbidito e infornare a 180 C° per 15 minuti (forno statico preriscaldato).
Nel frattempo preparare la besciamella. In una pentola mettere a riscaldare il latte, in un’altra mettere a sciogliere il burro e poi versare la farina (roux), girare con una frusta affinché non si attacchi e appesa creato il roux versarvi sopra il latte caldo, salare e raggiungere la densità desiderata.
Appena pronto tutto disponete a specchio, in un piatto piano, la salsa, adagiate al centro il sacchetto e servite ben caldo.

La curiositàQuesti sacchetti possono essere farciti con quello che si vuole, con zucchine, prosciutto, funghi, radicchio, formaggi, carne, insomma tutto quello che preferite. Buon appetito!

N.B. Foto del piatto di Anna Maione 

Giovedì, 27 Settembre 2018 11:36

Ravioli capresi

Ingredienti  per  60 di ravioli piccoli:
- 500 gr. Farina 00
- 250 ml. di acqua calda
- 25 gr. olio extravergine
- Sale q.b.

Per la farcia
- 300 g. caciotta secca
- 3/4 uova intere
- 150 g. ricotta fresca
- Maggiorana
- Pepe q.b.

Salsa:
- 500 g. pomodorino fresco
- 1 spicchio d’aglio
- Olio evo q.b.
- Sale q.b.
- Basilico q.b.

Procedimento:
Impastare la farina con olio sale e acqua bollente avendo cura di usare una forchetta e un tarocco. Una volta reso l’impasto liscio ed omogeneo avvolgerlo in una pellicola e lasciarlo riposare per 30 minuti.
Nel frattempo preparare la salsa tagliando i pomodorini a metà  e privandoli dei semi. In una padella bella capiente mettere olio e aglio far soffriggere leggermente e appena l’olio si fa bello caldo unire i pomodorini, sempre a fuoco vivo farli scottare per un paio di minuti aggiungendo un pizzico di sale.
Stendere la pasta sottilissima circa 2 millimetri farcire e coppare i ravioli.
Preparare una pentola con abbondante acqua salata e calare i ravioli, appena salgono a galla, abbassare la fiamma e cuocere per due minuti , devono sobbollire. Una volta cotti saltare per qualche secondo nella salsa e servire con abbondante basilico fresco. 

N.B. :Il pomodorino per mantenere le proprietà organolettiche,  profumo e sapore deve essere appena scottato e non stracotto.

Domenica, 22 Aprile 2018 13:04

Polpette di melanzane

Sono un delizioso antipasto o un intrigante “finger food” per rendere più vario o ricco il vostro buffet o la vostra cena. Una cosa è certa, lasciano davvero il segno! Invitanti le polpette di melanzane, buone, stuzzicanti. Unica controindicazione: una tira l’altra. Provare per credere e non dite che non vi avevamo avvisati !  Ecco la ricetta, tra le altre cose molto semplice, pronti a mettervi all’opera?


Ingredienti per 4 persone:
- 1 kg. di melanzane
- 2 tuorli d’uovo
- 300 gr. pane raffermo
- Parmigiano q.b.
- Olio evo q.b.
- Olio di semi di arachidi
- Sale
- Pepe
- Pangrattato q.b.
- Basilico


Procedimento:
Sbollentare in acqua salata 800 gr. di melanzane e una volta cotte metterle in un scolapasta. Farle raffreddare bene avendo cura, ogni tanto, di schiacciarle per far perder un po’ della loro acqua. Tagliare le restanti melanzane a cubetti e friggerle. Un una ciotola mettere le melanzane cotte in acqua, due tuorli , parmigiano, la mollica del pane raffermo asciutto, le melanzane fritte, basilico, sale e pepe. Formare delle polpette e passarle nel pangrattato.
Friggere le polpette di melanzane finché non saranno ben dorate.
Servire su un letto di insalatina fresca e qualche pomodorino.
Le polpette di melanzane sono davvero buonissime, un’ottima proposta di antipasto.

Articoli di Tendenza

nasce con una finalità ben precisa: proporsi come un nuovo modo di raccontare il food, dinamico, creativo, accattivante, fuori dai soliti schemi.

Search