Lunedì, 29 Novembre 2021 22:32

Spaghetti con porcini e nocciole

Ti proponiamo un primo piatto davvero delizioso della bravissima Carmela Masi, famosa su Instagram come Melinaincuina, nostra cara amica e follower. Sono gli spaghetti del Partenio con porcini e nocciole. Un primo piatto di stagione che ti conquisterà. Occhio alla ricetta …..

Ingredienti per 4 persone:

- 350 gr. di spaghetti XXL

Per preparare il condimento:

- Olio evo q.b.
- Uno spicchio d’aglio schiacciato
- Sale q.b.
- Prezzemolo tritato q.b.
- Peperoncino q.b.
- 300 gr di funghi porcini
- 100 gr di nocciole tritate

Per decorare:

- Fiori eduli
- 5/6 nocciole intere

Procedimento:

Portare a bollore l’acqua per la cottura della pasta. In un’ampia padella poi, soffriggere l’aglio e il peperoncino in olio evo, appena l’aglio si è dorato eliminarlo e aggiungere i funghi puliti e tagliati non troppo sottili. Salare e far cuocere per cinque minuti a fiamma media.
Aggiungere un mestolino di acqua calda.
Intanto salare l’acqua e calare la pasta. Far cuocere i funghi ancora per 5 minuti e aggiungere le nocciole tritate.
Scolare gli spaghetti 3/4 minuti prima della cottura, versarli nella padella e terminare la cottura nel condimento, mantecare bene, (se occorre aggiungere un poco di acqua di cottura della pasta), spolverare con prezzemolo tritato. Impiattare e servire. Il piatto è pronto!

 

Segui il profilo Instagram di Melinaincucina

Pubblicato in Primi
Mercoledì, 24 Novembre 2021 13:53

Spaghetti "Bellezze di mare" di Salvo

Ti proponiamo un bellissimo piatto di Salvo Terruso, il famoso Pastaio Matto dei social. Salvo ha ribattezzato questo piatto “Biddizzi ri Mari” (Bellezze di Mare), è un primo piatto de Il Pastaio Matto, dove i polipetti, i gamberetti ed i totani insieme creano una vera sinfonia di sapore. Provare per credere. Ecco la ricetta:  

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 gr. Spaghetti (Salvo ha usato Pasta di Martino)
  • Olio Evo q.b.
  • 2 Spicchi di Aglio
  • Peperoncino intero
  • Prezzemolo q.b.
  • 200 gr di pomodorini ciliegino
  • 200 gr di polipetti
  • 100 gr di gamberetti
  • 100 gr di totani
  • 125 ml di vino bianco (Salvo ha usato il Catarratto)
  • Una punta di cucchiaino di curcuma

Procedimento:

In una padella aggiungete l’olio extravergine d’oliva, l’aglio, il peperoncino ed il prezzemolo.

Accendete il fuoco a fiamma moderata e quando l’olio ha dorato l’aglio, unite i pomodorini tagliati.

Lasciare cuocere per 2/3 minuti, il tempo che i pomodini appassiscano e cuociano un pò, quindi unite i polipetti, i gamberi ed i totani tagliati a pezzetti, precedentemente ben puliti e lavati.

Cuocere per circa 15 minuti a fiamma moderata, quindi aggiungere il vino.

Dopo circa 5 minuti e quando il vino ha reso ancor di più saporito il condimento, aggiungere una punta di cucchiaino di curcuma. Portate ad ebollizione l’acqua, salate, quindi calate la pasta, facendo una precottura di circa 5 minuti.

Trasferite la pasta nella padella, quindi ultimate cottura aiutandovi con mestoli di acqua della pasta, mi raccomando non fate asciugare il tutto. Nella parte finale, mantecate creando una cremina super gustosa. Dopo aver decorato il piatto con il rimanente condimento e con il trito di prezzemolo fresco, servite il piatto ben caldo! Buon appetito, e come dice il Pastaio Matto: “Mancìa e liccati u piattu” (Mangia e leccati il piatto).


Visita il profilo Instagram di Salvo Terruso – Il Pastaio Matto

Pubblicato in Primi
Lunedì, 08 Novembre 2021 19:17

Spaghetti alla puttanesca di baccalà

Gli spaghetti alla puttanesca di baccalà sono un primo piatto gustoso e semplice da fare. Ideale quando vuoi preparare un bel primo piatto strutturato e saporito ma non hai molto tempo a disposizione. Ti proponiamo la ricetta di Carmela Masi una food blogger bravissima e nostra casa follower, nota su IG come melinaincucina. Questi spaghetti sono meravigliosi. Pochi passaggi da rispettare per un risultato garantito. Prova a farli….

Ingredienti per 4 persone:

- 400 gr di spaghetti

Per il sugo alla puttanesca:

- olio evo q.b.
- uno spicchio d’aglio
- sale q.b.
- prezzemolo q.b.
- basilico q.b.
- peperoncino q.b.
- origano q.b.
- 100 gr di olive nere itrane denocciolate
- 25 gr di capperi dissalati
- 400 gr di pomodori datterini (o pomodori pelati)
- 200 gr di baccalà dissalato

Procedimento:

In una padella ampia, mettere a rosolare leggermente olio, aglio, capperi e olive e - se si preferisce - un po’ di peperoncino.
Aggiungere i pomodorini tagliati (o i pelati) e schiacchiarli con una forchetta. Amalgamare il tutto e far cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio. Aggiungere al sugo il baccalà (ammollato e deliscato) e l’origano e lasciare andare sempre a fuoco medio; intanto cuocere la pasta in acqua salata, scolandola tre minuti prima della cottura indicata sulla confezione. Raccomando di togliere l’aglio dal sugo una volta cotto.
Versare gli spaghetti nella padella con il sugo e far saltare per due o tre minuti, dopo aver spezzettato il baccalà con una forchetta.
Quando la pasta è ben mantecata, aggiungere abbondante prezzemolo tritato. Infine, impiattare e decorare a piacimento, anche con una bella foglia di basilico. Mi raccomando, la scarpetta finale è d’obbligo.

 

Segui il profilo Instagram di Melinaincucina

Pubblicato in Primi

Ti presentiamo la ricetta di un piatto meraviglioso: gli spaghetti con patate e guanciale di maialino nero dei Nebrodi. Con questo primo piatto, Salvo Terruso, il famoso Pastaio Matto dei social ci fa vivere un viaggio del gusto nella bella Sicilia con gli insegnamenti di suo Nonno Pippinu con la sua Taverna di Monreale, paese a pochi chilometri da Palermo. Prova a farli, sono fantastici...

Ingredienti per 2 persone:

- 200 gr. spaghetti di Grano duro
- 150 gr. Guanciale
- 2 Patate
- 2 Spicchi di Aglio
- 1 Peperoncino
- Sale grosso q.b
- Prezzemolo q.b.

Procedimento:

Pelate 2 patate e date una sbollentata rapida. Lasciate raffreddare, quindi tagliate le patate a dadini grossolani. Tagliate il guanciale a strisce corte e abbastanza spesse;
In una padella senza olio, soffriggete nel suo grasso sciolto il guanciale fino a quando sarà dorato e croccante. Togliete il guanciale dal suo olio e mettetelo su della carta assorbente. Nella padella con l’olio del guanciale aggiungete 2 spicchi d’aglio, il peperoncino e le patate a dadini. Rosolare le patate finché non saranno morbide e croccanti. Quando la pentola con l’acqua bolle, aggiungere sale grosso, quindi calate la pasta.
Cuocete gli spaghetti per 5 minuti, quindi completate la cottura nella padella con le patate ed il guanciale aiutandovi con qualche mestolo di acqua di cottura della pasta. Aggiungere il prezzemolo tritato precedentemente, quindi impiantate. A piacimento e per gli amanti del pecorino, si può aggiungere una bella manciata di pecorino grattugiato, darà al piatto un sapore veramente straordinario. Buon appetito, e come dice il Pastaio Matto: “Mancìa e liccati u piattu”. (Mangia e leccati il piatto).

 

Visita il profilo Instagram di Salvo Terruso – Il Pastaio Matto

Pubblicato in Primi
Sabato, 18 Settembre 2021 11:16

Spaghetti con pomodorini e mazzancolle

Ti proponiamo un fantastico piatto di Salvo Terruso, conosciuto su Instagram come il Pastaio Matto. Salvo con le sue fantastiche ricette ci fa viaggiare in Sicilia tra colori, sapori e racconti meravigliosi. Oggi Salvo ci ha preparato gli spaghetti con pomodorini e mazzancolle. Occhio alla ricetta..

Ingredienti per 2 persone:

- 200 gr. Spaghetti di Grano duro Italiano
- Olio Evo q.b.
- 3 Spicchi di Aglio
- 4 Filetti di Acciughe
- Prezzemolo q.b.
- Peperoncino q.b.
- 250 gr. Pomodorini Ciliegino
- 300 gr. di mazzancolle o gamberi
- 1 Patata
- 15 Foglie di Basilico
- 20 gr. di granella di mandorle

Procedimento:

Bollite una patata, fatela raffreddare e tagliatela a pezzetti. Nel bicchiere del minipiper aggiungete la patata, il basilico, l’olio e la granella di pistacchi, quindi formerete una cremina deliziosa.
Lavare e tagliare i pomodorini; in una padella antiaderente fate soffriggere per un paio di minuti nell’olio extravergine di oliva, l’aglio il peperoncino, i filetti di acciughe ed il prezzemolo; aggiungete i pomodorini tagliati, far cuocere per 8/10 minuti a fuoco basso.
Nel frattempo pulire le mazzancolle, eliminare testa e coda e sgusciare completamente; togliere il filo nero (intestino) dall’addome, praticando un taglio con un coltellino e sciacquare sotto l’acqua corrente. La stessa cosa fatela se decidete di usare al posto delle mazzancolle, i gamberi.
Aggiungere le mazzancolle pulite ai pomodorini; sfumate con del vino bianco, salare, quindi cuocete per una decina di minuti a fuoco basso. Portate ad ebollizione l’acqua, salate, quindi calate la pasta, facendo una precottura di circa 5/6minuti. Trasferite la pasta nella padella, aggiungete la Crema di Patate quindi fate il resto della cottura aiutandovi con 1/2 mestoli di acqua della pasta, mi raccomando non fate asciugare il tutto, perché vi deve formare una cremina che farà la differenza del piatto. Impiattate, aggiungendo il resto della cremina ed il condimento della padella. Buon appetito, e come dice il Pastaio Matto: “mancìa e liccati u piattu”. (Mangia e leccati il piatto).

 

Visita il profilo Instagram di Salvo Terruso – Il Pastaio Matto

Pubblicato in Primi
Venerdì, 27 Agosto 2021 11:55

Spaghetti con le cozze (in bianco)

Ti proponiamo un piatto gustosissimo di Salvo Terruso, il "Pastaio Matto". Sono gli spaghetti con le cozze in bianco, senza pomodorini. (Salvo a dire il vero ha usato i vermicelli).
Questo piatto, la “Cozzata ubriaca”, il Pastaio Matto lo ha dedicato al viaggiatore Paliddu personaggio siculo delle “storie” di Nonno Pippinu con la sua Taverna nella ridente Monreale degli anni ‘60, cittadina poco distante da Palermo.
Potete trovare questa storia e capirne di più, ma anche tanti altri “cunti”(racconti) nelle introduzioni dei suoi piatti sulla pagina Instagram del Pastaio Matto. Ecco la ricetta…..


 Ingredienti per 2 persone:

- 200 gr. Vermicelli (Pasta Di Martino)
- Olio Evo q.b.
- 2 Spicchi di aglio
- Prezzemolo q.b.
- Peperoncino q.b.
- Sale q.b.
- 500 gr. di cozze
- 125 ml. di vino bianco (Inzolia)

Procedimento:

Lavare per bene con acqua fresca le cozze, togliendo l’eventuale barbetta. Le cozze rotte toglietele. In un tegame aggiungete le cozze ed il vino, mettere il coperchio nel tegame, quindi a fiamma vivace lasciare aprire le cozze. Quelle che non si aprono toglietele. Filtrate bene il brodo delle cozze.
In una padella aggiungete l’olio extravergine d’oliva, l’aglio, il peperoncino ed il prezzemolo. Accendete il fuoco a fiamma moderata e quando l’olio ha dorato l’aglio, unite le cozze con il loro brodo filtrato. Lasciare cuocere per 2/3 minuti.
A questo punto sgusciate le cozze tenendone da parte qualcuna col guscio, che serviranno per decorare i piatti.
Portate ad ebollizione l’acqua, salate, quindi calate la pasta, facendo una precottura di circa 5 minuti. Trasferite la pasta nella padella, quindi fate il resto della cottura aiutandovi con mestoli di acqua della pasta, mi raccomando non fate asciugare il tutto.
Nella parte finale, mantecate creando una cremina super gustosa. Dopo aver decorato il piatto con le rimanenti cozze e con il trito di prezzemolo fresco, servite il piatto ben caldo!
Buon appetito, e come dice Salvo, il Pastaio Matto: “Mancìa e liccati u piattu” (Mangia e leccati il piatto).

Visita il profilo Instagram di Salvo Terruso – Il Pastaio Matto

Pubblicato in Primi

Ti proponiamo gli spaghetti all'orto d'Estate con pancetta croccante, un piatto semplicissimo e gustoso dell’Osteria dei Compari a Morigerati nel cuore del Cilento. Qui puoi gustare una meravigliosa cucina di terra che esalta prodotti e materie prime di stagione in un borgo suggestivo e sorprendente. Questo piatto nasce come piatto di recupero ma nella sua semplicità  e genuina bontà ti conquisterà. Grazie ai gentilissimi nostri amici Pasqualino e Marianna Vallone per la ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

- 360 gr di spaghetti
- 3 zucchine (solo la buccia)
- 3 strisce pancetta stagionata
- 10 fiori di zucca
- 10 pomodorini
- Mezzo bicchiere di vino bianco secco
- Aglio q.b.
- Sale q.b.
- Olio extravergine q.b.

- Mentuccia selvatica

Procedimento: 



In una padella far riscaldare dell’olio extravergine, aggiungere uno spicchio d’aglio e lasciarlo imbiondire. Tagliare a listarelle la parte esterna delle zucchine e versarle nella padella, lasciarle cuocere per 5-10 minuti e sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco.
A questo punto aggiungere i pomodorini tagliati a filetti, salare e lasciare cuocere a fiamma passa. Una volta cotti, spegnere il fuoco e aggiungere i fiori di zucca ben puliti e tagliati e strisce.
Lasciar appassire a fiamma spenta e aggiungere qualche foglia di mentuccia a piacere.
In un’altra padella già riscaldata, aggiungere le strisce sottili di pancetta tagliate a pezzi irregolari e farle cuocere finché diventano croccanti. Teniamole da parte.
Una volta cotta la pasta al dente, scolarla direttamente nella padella, mescolare e spadellare fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. Una volta messi gli spaghetti nel piatto, aggiungere la pancetta croccante e servire.

 

Osteria dei Compari
Via Granatelli
Morigerati (Sa)
Tel. 339 788 8670
Visita la pagina FB dell’Osteria dei Compari a Morigerati

Pubblicato in Primi

Questo è un meraviglioso piatto dello chef Antonio De Francesco del Ristorante Del Borgo a Castel di Sasso.

Partendo dal concetto su cui di basa lo spaghetto aglio, olio, peperoncino e prezzemolo, lo chef ha voluto arricchire il piatto più diffuso nelle notti estive trascorse con gli amici che “fatta una certa” esclamano:“Facimmece due spaghetti aglio e olio”.

Antonio de Francesco ha voluto un sapore più ricco mantenendo intatta la semplicità della preparazione con un richiamo a quelli che sono i prodotti del territorio a cui è molto legato, come le olive da mensa Caiazzane ed i vini delle zone dedite alla produzione di vino Casavecchia e Pallagrello. Occhio alla ricetta…

Ingredienti per 4 persone:

- 400 gr Spaghetti di Gragnano IGP
- 200 gr Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOC
- 100 gr Olive da mensa Caiazzane
- 10 gr Porro
- 10 gr Aglio
- 50 gr Pane Grattugiato
- 10 gr Pinoli
- 100 ml Olio EVO Carpellese
- 1 Ciuffo di prezzemolo
- 1 Ciuffo di Basilico
- Sale & Pepe QB

Procedimento:

Per il fondo

In una padella ampia mettiamo tutti gli ingredienti a freddo seguendo questo ordine:
Olio EVO Carpellese, olive da mensa Caiazzane precedentemente denocciolate, porro e aglio tagliati a julienne in modo che in cottura non brucio ma rilasciato tutto il suo sapore, prezzemolo spezzettato, basilico spezzettato.

Lasciamo tutti gli ingredienti a bagno nell’olio evo per circa 10 minuti mescolando con un cucchiaio di tanto in tanto.

Per il pane grattugiato

In un’altra pentola versare il pane grattugiato e cuocere affinché non si tosti. Bastano circa 10 minuti. Vi accorgerete che è pronto quando assume un color caramel.

Per la pasta

In una pentola portiamo l’acqua a bollire e caliamo la pasta non prima di aver provveduto ad aggiungere il sale.
Cuocere la pasta per metà del suo tempo in acqua bollente nell’altra metà nell’intingolo che abbiamo preparato con tutti i nostri ingredienti.

Per finire

Una volta trascorsi 3/4 minuti di cottura delle pasta accendiamo la nostra padella con tutti gli ingredienti e portiamo leggermente a bollore, dopodiché inseriamo una manciata di pinoli e i nostro pomodorini del Piennolo del Vesuvio DOC. Cuociamo per circa 2/3 minuti finta che l’olio non inizi a colorarsi con in succo dei pomodorini e tuffiamo dentro la pasta, allunghiamo un po di aqua di cottura e procediamo con la mantecata fino a cottura completa della pasta.

Come servire
In un piatto a fondina creiamo un nido di spaghetti, cospargiamoli con un abbondante mestolo di sugo creato dai nostri ingredienti, spolveriamo con una manciata di pane grattugiato, pinoli e guarniamo con delle foglie di prezzemolo e basilico spezzettato.

Spaghetti di mezzanotte Particolare
Spaghetti di mezzanotte Particolare

N.B. Lo si può abbinare ad un vino rosso non troppo tannico come un Casavecchia Petronilla o un Pallagrello Aia delle Monache vino prodotto nelle Antiche Terre del Principe di Castel Campagnano.

- Chef Antonio De Francesco –

 

Ristorante Del Borgo
Piazzetta San Biagio n. 7
Castel di Sasso (Ce)
Tel : 0823 87 80 51 – 347 29 26 204 – 340 51 42 579
Visita il sito web del ristorante del Borgo

Visita la pagina Fb dello Chef Antonio de Francesco 

Pubblicato in Primi
Sabato, 17 Aprile 2021 14:16

Gli spaghetti alle vongole fujute

Dove sono le vongole? Sono scappate, “fujute” in lingua napoletana. E’ questa la particolarità di questo primo piatto della tradizione napoletana la cui origine è incerta. Gli spaghetti alle vongole fujute sono un piatto sorprendente, la sua origine di certo affonda le radici nell’antica arte di arrangiarsi e nel genio e creatività tipici del popolo napoletano.
C’è anche chi sostiene che ad inventarlo sia stato il grande Eduardo De Filippo. Fatto sta che è semplicissimo da fare e ti darà davvero la sensazione, chiudendo gli occhi, di gustare gli spaghetti alle vongole, con piccolo dettaglio, le vongole non ci sono!
A dare un sentore simile a quello del mare è il prezzemolo presente in modo abbondante e che regala al piatto questo sapore particolare.
Il bravo chef Alessandro Serafino di Battilapaglia Ristorante e Pizzeria li ha preparati per noi e ci ha regalato la ricetta. Eccola….

Ingredienti per 4 persone:

- 420 gr spaghettoni di Gragnano (spaghetti o vermicelli)
- 400 gr di Pomodorini freschi (qui ho usato il Datterino fresco)
- 2 Spicchi di Aglio
- Olio Extra vergine di Oliva q.b.
- Sale q.b.
- Prezzemolo Abbondante
- (se piace Peperoncino ma giusto un po’)

Procedimento:

Far imbiondire l’aglio in una padella ampia con dell’olio extra vergine di oliva, (se piace, aggiungere un po’ di peperoncino). Aggiungere anche i gambi del prezzemolo tritati molto piccoli e saltarli giusto per qualche secondo. Quindi vanno messi anche i pomodorini a spicchi, e bisogna cuocere il sugo per circa 10 minuti. Aggiustare di sale e togliere l’aglio.
Cuocere gli spaghettoni in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Tenere da parte un po’ di acqua di cottura della pasta, servirà per saltare gli spaghetti nel condimento.
Saltare gli spaghetti nella padella con il sughetto, aggiungendo un po’ di acqua di cottura della pasta finché non otteniamo la consistenza desiderata.
A fine cottura, togliere la padella dal fuoco, aggiungere abbondante prezzemolo fresco tritato e un filo di olio extravergine di oliva, mescolare e servire. Prova a farli…

Gli spaghetti alle vongole fujute dello chef Alessandro Serafino
Gli spaghetti alle vongole fujute dello chef Alessandro Serafino

- Chef Alessandro Serafino -

Battilapaglia Ristorante Pizzeria
Via Variante SS18, 80 km 74 - Di fronte Stadio Pastena
Battipaglia (Sa)
Tel. 0828 195 1076
Visita la pagina Fb di Battilapaglia Ristorante e Pizzeria

Pubblicato in Primi

Tra le verdure che amo portare in tavola nel periodo invernale c'è sicuramente la verza. Oltre ad essere molto buona e avere importantissime proprietà, è versatile e si presta a diverse preparazioni. Come questo piatto di pasta che, credetemi, si prepara in pochissimo tempo. Ovviamente potete sostituire la pasta con il formato che più preferite e, perché no, con il riso.

Ingredienti per 4 persone:

- 320 gr di spaghetti
- 500 gr di verza
- 3 fette di pane sciapo
- 5 o 6 acciughe sott'olio
- 2 cucchiai di Aceto di vino bianco
- Olive taggiasche q.b.
- 1 spicchio d’aglio
- Peperoncino
- Olio evo

Procedimento:

Iniziate pulendo la verza. Dopo aver eliminato le foglie più esterne e il torsolo centrale, tagliatela a striscioline. Fate dorare in una padella abbastanza capiente uno spicchio d'aglio e poco peperoncino con un filo d'olio. Aggiungete e la verza. Dopo qualche minuto, sfumate con l'aceto di vino bianco e con poca acqua.
Aggiungete le olive taggiasche, coprite con il coperchio e fate cuocere per circa 15 minuti. Una volta cotta, frullate i due terzi della verza. Tenetene un po’ da parte per l'impiattamento finale (fate attenzione a mettere da parte anche le olive).
Intanto sminuzzate le fette di pane con un cutter. Dovrete ottenere delle briciole non troppo piccole. In un padellino fate sciogliere le acciughe (non è necessario aggiungere olio) e poi aggiungete le briciole di pane. Fatele tostare per qualche minuto.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Fatela saltare in padella con la verza frullata e un cucchiaio di acqua di cottura (se occorre). Aggiungete la restante verza e guarnite con le briciole di pane aromatizzato alle acciughe. Buon appetito!

 

Pubblicato in Primi
Pagina 1 di 4

nasce con una finalità ben precisa: proporsi come un nuovo modo di raccontare il food, dinamico, creativo, accattivante, fuori dai soliti schemi.

Search